Polizza fideiussoria assicurativa: come richiederla

Sono varie le situazioni in cui è necessario richiedere una fideiussione assicurativa. Stimo parlando di un contratto che permette a un privato cittadino, o anche ad una società o a un’azienda, di avere a disposizione l’appoggio da parte di un garante, nello specifico di un’assicurazione. I vantaggi di una fideiussione assicurativa sono molteplici, tra cui la rapidità con cui si può ottenere questo tipo di contratto e la facilità della richiesta stessa.

Come funziona

La richiesta di una polizza fideiussoria assicurativa si può effettuare presso un’assicurazione, una banca, una società di gestione finanziaria, un privato cittadino. In genere si tende a rivolgersi ad un’assicurazione, in quanto le pratiche sono più semplici e snelle.

Inoltre la gran parte delle persone ha già dei contratti assicurativi, quindi si presenta presso l’assicurazione come cliente già ben conosciuto. Si pensi ad esempio ad un libero professionista che ha presso l’assicurazione diverse polizze contro i rischi lavorativi, sull’abitazione e la macchina, o anche per infortuni o di altre tipologie. In situazioni come questa il contraente la fideiussione è ben conosciuto all’assicurazione, che quindi non avrà alcun tipo di problema ad aprire il nuovo contratto.

Che tipo di documenti

polizza fideiussoria assicurativaIl fideiussore è tenuto a verificare le condizioni creditizie del contraente della fideiussione. Questo per motivi semplici da comprendere: se deve comparire come garante dovrà avere qualche sicurezza sulla situazione economica della persona fisica o giuridica per cui si sta esponendo.

Per questo al momento della richiesta delle fideiussione è necessario presentare i documenti di identità, del singolo privato cittadino o dell’azienda che richiede il contratto; l’eventuale partita IVA, se presente; una documentazione delle entrate, come ad esempio il CUD, o il modello Unico dell’anno precedente a quello in corso; Lo stato patrimoniale.

Nel caso in cui sia una società o un’azienda a chiedere la fideiussione in genere è importante presentare anche il bilancio degli ultimi 5 anni e la situazione contabile aggiornata almeno al semestre precedente alla richiesta.

Le tempistiche e i costi

Quando si richiede una fideiussione ad un’assicurazione i tempi sono strettissimi: nell’arco di meno di una settimana si ottiene una risposta, a  volte anche solo nel corso di 2-3 giorni. I costi sono correlati ad una serie di variabili, tra cui la principale è la motivazione per cui si richiede la fideiussione.

Le assicurazioni infatti propongono tipologie di contratti a costo diverso a seconda che serva per garantire un mutuo finalizzato all’acquisto di un bene, o a garantire un affitto o l’avvio di un franchising. Oltre a questo il costo dipende anche dalla durata della fideiussione, dalla quantità di denaro coinvolta nel contratto e anche dal tipo di situazione creditizia del richiedente.

Del resto peggiore è tale situazione e maggiori sono i rischi cui l’assicurazione si sottopone. Ci sono poi delle spese accessorio per la gestione della pratica e il riconoscimento di una certa somma all’assicurazione stessa, come ricavato dall’operazione.

Se non si ha un’assicurazione di fiducia in genere conviene contattare diverse società, in modo da farsi proporre dei preventivi che permettono di scegliere le condizioni contrattuali più vantaggiose.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *